Associazione Bed & Breakfast "Balcone delle Marche" Cingoli (Marche) - Email: info@cingoli-beb.it

Cingoli e i monumenti

Porta Piana, detta Pia
Fu costruita in onore di Pio VIII nel 1835 e sostituì l'antica Porta Montana che si apriva tra due massicci torrioni, dei quali resta solo quello destro.

Porta dello Spineto
Delle Originarie strutture medievali conserva gli stipiti, lungo i quali spiccano alcuni blocchi, senz'altro materiale di epoca romana. L'arco ricostruito era presumibilmente più basso e a sesto acuto.

Fontana del Maltempo
È già citata come "Fontana del maltempo" nel 1513. Fu restaurata e portata alle forme attuali nel 1568, per mano della bottega dei Lombardi, allievi del Sansovino, Deve il suo nome al fatto che l'acqua scaturiva abbondante solo dopo forti piogge. Vi è raffigurato un cervo che riposa ai piedi di un albero di tasso, una variazione sul tema dello stemma di Cingoli.


Fonte di S.Esuperanzio
Struttura solida e armoniosa costituita da tre archi a tutto sesto poggianti su colonne di stile romanico. Sopra gli archi corre un'iscrizione che ne ricorda la costruzione avvenuta nel 1525. Dei quattro stemmi che accompagnavano l'iscrizione, soltanto il primo, quello comunale, è giunto fino a noi.

Pochi sanno che il territorio cingolano, durante il periodo medioevale si arricchì di numerosi castelli, simbolo del potere di alcune famiglie nobiliari, quali i conti di Montecampanaro. Giova così ricordare i castelli dell’Isola degli Orzali, di Arcione, di Cerlongo di Cervidone, di Civitello,
di Colognola, di Moscosi, di S.Faustino, di S.Vitale, di S.Angelo oltre la rocca di Montenero ed il castello di Castreccioni. Di quest’ultimo si conservano ancora cospicui ruderi delle mura nella località omonima, che sovrasta il lago di Cingoli. Degli altri purtroppo non resta traccia, distrutti come furono nelle lotte tra il Comune e i feudatari o caduti a seguito degli attacchi delle milizie imperiali o pontificie.


Fonte Giulia
Circolare costruzione edificata nel luogo in cui, secondo una leggenda, si vuole che Giulio Cesare, in visita alla città, abbeverò la cavalcatura stanca. Per la sua caratteristica forma, i cingolati la chiamano "Fonte tonda".

 

- Home
- Bed&Breakfast
- Come raggiungerci
- Cingoli e dintorni
- Richiesta info

 

Chiesa di S. Esuperanzio a Cingoli Marche

giardini a Cingoli nelle Marche

Palazzo Maria pozzo con stemma araldico Cingoli nelle Marche

Stemma su Porta Pia a Cingoli Balcone delle Marche

panorama dal Balcone delle Marche Cingoli

 

Sito realizzato da Katia Luchetti